Dipingere la cameretta dei bambini: perché la scelta delle vernici è fondamentale?

Cameretta ponte azzurro

 

Quando si parla della cameretta dei bambini, non si può non pensare subito ai colori e alle tonalità che questo spazio speciale deve avere per essere all’altezza dei gusti e desideri dei più piccoli. Ma da genitori responsabili, si sa che al primo posto per i figli c’è sempre e solo la sicurezza e la protezione della loro salute, sia fisica che psicologica.

La scelta della vernice per la cameretta ha un ruolo fondamentale nel definire la qualità di questo ambiente e può incidere, in modo negativo o positivo, sulla salute e sul benessere dei bambini.

Infatti è bene osservare che i colori dei mobili, così come anche quelli delle pareti, sono realizzati con le vernici, sostanze che se non scelte con attenzione possono risultare pericolose e tossiche per i bambini, e non solo. 

Dunque dipingere la cameretta dei bambini deve essere un’operazione realizzata con determinati prodotti e modalità che pongono la dovuta attenzione alla salute dei più piccoli. 

Allo stesso tempo, colorare la cameretta è un aspetto decisamente necessario per personalizzare questo spazio, così come scegliere le tonalità che più si adattano al carattere dei bambini e anche allo stile della casa.

Progettare e arredare una cameretta colorata e allegra deve essere fatto in sicurezza e con attenzione. Per questo è importante conoscere più da vicino le vernici e capire quale arredo è meglio acquistare per la cameretta dei tuoi bambini.

 

Checklist cameretta pulita e igienizzata

 

Scegliere le giuste vernici per una cameretta sana

Spesso si ha la convinzione sbagliata che l’aria che si respira in casa sia priva di qualsiasi tipo di sostanza che possa essere pericolosa per la nostra salute

Eppure l’aria “cattiva” non riguarda esclusivamente le strade delle grandi città piene di traffico, ma in una certa misura anche l’interno del tuo rifugio domestico.

Esiste infatti il cosiddetto inquinamento indoor che si riferisce alla presenza negli ambienti interni di sostanze inquinanti chimiche, biologiche o fisiche che non sono presenti naturalmente nell’aria all’esterno. 

Ad esempio, dipingere la cameretta usando vernici tossiche e diluite con solventi contribuisce allo sviluppo dell’inquinamento interno. A questo si aggiungono anche la scarsa ventilazione e i prodotti aggressivi impiegati per la pulizia domestica.

I bambini, insieme agli anziani e alle persone con particolari patologie, sono tra i soggetti più esposti agli effetti generati da un’aria poco pulita in casa.

Per questi motivi è fondamentale fare molta attenzione ai mobili che si scelgono per la casa, e in questo caso per la cameretta, preferendo un arredamento sicuro per tutta la famiglia, a partire  dalle vernici. 

 

Libreria

 

Vernici per camerette: quando sono pericolose e perché

Esistono diverse tipologie di vernici che in generale si utilizzano per tinteggiare le superfici dei muri o per laccare i mobili. 

Le vernici di per sé non sono pericolose, ma lo diventano a causa della presenza nella composizione di solventi chimici, necessari per diluire la vernice in maniera che si distenda uniformemente.

Quando la vernice si asciuga, questi prodotti chimici evaporano nell’aria disperdendo sostanze pericolose per la salute, se inalate. 

Dunque la scelta del colore della cameretta e quindi delle vernici non è assolutamente un aspetto secondario o poco importante, anzi. In casa siamo circondati da tanti piccoli pericoli invisibili che dobbiamo imparare a riconoscere ma soprattutto ad evitare, per il bene non solo dei bambini ma di tutti i membri della famiglia.

 

Ponte libreria

 

Inquinamento indoor: cosa sono i VOC?

L’acronimo VOC o COV sta per Composti Organici Volatili e si riferisce a composti chimici formati da molecole di diversa natura ma tutte caratterizzate da un’elevata volatilità. 

Questi composti, se dispersi nell’aria, sono considerati la causa principale di allergie e problemi respiratori. Infatti, quando i VOC vengono inalati, possono causare irritazione agli occhi, al naso e alla gola

In grandi quantità, inoltre, possono provocare anche gravi malattie soprattutto a livello polmonare. 

I VOC sono contenuti, per esempio, proprio nelle vernici utilizzate per i diversi scopi, come per esempio l’uso fatto per dipingere la cameretta.

 

Ganci Appendiabiti

 

Sostanze volatili nelle vernici: la Direttiva Europea 

Proprio per l’alta pericolosità dei VOC contenuti nelle vernici, esiste la Direttiva Europea 2004/42/CE che regola l’immissione sul mercato delle pitture e dei rivestimenti usati in edilizia definendo un contenuto massimo di COV, diverso per ogni categoria e imponendo specifici obblighi di etichettatura.

Certamente quando si acquista una cameretta non è semplice verificare nel dettaglio in che modo è avvenuto il processo di lavorazione e di verniciatura dei mobili.

Tuttavia, proprio per questa ragione, è consigliabile affidarsi sempre ad aziende impegnate ad offrire camerette realizzate con materiali di qualità con attenzione verso il benessere delle persone e che sono in grado di fornire la certificazione Indoor Hi Quality

 

Cameretta wallbox

 

Le vernici all’acqua: una scelta per la salute 

Le vernici si dividono in due diverse categorie, quelle a base di solvente e quelle a base d’acqua.

Abbiamo visto che le vernici a base di solvente sono tra le più pericolose, in quanto disperdono nell’aria sostanze chimiche tossiche per l’uomo.

Le vernici cosiddette all’acqua sono quelle oggi più utilizzate soprattutto per dipingere la cameretta, in quanto considerate meno tossiche, perché caratterizzate dalla più bassa emissione di sostanze pericolose.

In realtà le vernici all’acqua non sono tutte atossiche o innocue, questo dipende dal tipo di vernice che si sceglie. Infatti alcune vernici all’acqua possono presentare tracce di residui di metalli pesanti nocivi.

Al contrario, le vernici all’acqua monocomponente sono una tipologia speciale e molto sicura, dato che la composizione chimica è formata da un polimero stabilizzato in acqua e che quindi riduce la quantità di solventi.

 

Armadi ponte cubibox

 

Meglio dipingere la cameretta con sicurezza e fare acquisti di qualità

I colori sono un aspetto immancabile in una cameretta, siano essi delicati o vivaci. Il colore avvolge tutto lo spazio dei bambini, dalle pareti all’arredamento. 

Una cosa che spesso, soprattutto in passato, è stata trascurata nella scelta della cameretta riguarda la qualità delle vernici usate per colorare la cameretta

È facile farsi conquistare da soluzioni d’arredo accattivanti, magari del colore preferito dai tuoi bambini o perfettamente in linea con lo stile della casa o che semplicemente fanno colpo appena le guardi.

In generale, quando si acquista una cameretta, per realizzare la migliore scelta che tu possa fare per i tuoi bambini non devi mai fermarti all’apparenza ma andare oltre.

Devi andare al di là del colore perfetto ma soprattutto del prezzo super conveniente.

Il prezzo basso non coincide mai con una acquisto di qualità, in quanto da qualche parte si deve pur risparmiare per offrire ai clienti prezzi low cost, anche a discapito della salute. Di conseguenza, in questi casi, il dipingere la cameretta non può che avvenire con processi e vernici tossiche e pericolose per la salute dei bambini.

Come già abbiamo detto, di sicuro non è semplice verificare il modo in cui i prodotti sono realizzati e verniciati, ma certamente si può fare attenzione nella scelta dei professionisti e delle aziende alle quali ci si affida.

Per questo ti consigliamo di prenderti tutto il tempo per informarti, valutare cosa c’è in commercio e quali sono le caratteristiche fondamentali che deve avere una cameretta sicura e realizzata con vernici eco-compatibili.

Una scelta fatta con intelligenza e scrupolosità ti ripagherà nel tempo, non solo proteggendo la salute dei tuoi figli ma anche acquistando una cameretta di qualità e che durerà a lungo.

 

Checklist cameretta pulita e igienizzata

Pubblicato da Rosalba Fiore il 05/02/21 10.39
Rosalba Fiore

Categorie: Cameretta per bambini