Camerette unisex: 3 idee per l'arredamento

Hai due figli, un maschio e una femmina, e devi arredare una cameretta condivisa? Allora hai bisogno di una cameretta unisex!

Progettare la cameretta di bambini e ragazzi è un’esperienza tanto entusiasmante quanto impegnativa che potrebbe richiedere più energie del previsto.

A partire dalla scelta dell’azienda a cui rivolgersi, passando per la tipologia di cameretta, del modello e dei colori, le variabili da prendere in considerazione sono davvero molte, così come le proposte offerte dal mercato dell’arredamento.

Esistono, inoltre, delle condizioni particolari che possono aumentare, e non di poco, il livello di difficoltà: una di queste è la situazione in cui si ha a disposizione un’unica stanza, da condividere tra due figli di sesso diverso.

Se poi la cameretta in questione è anche piccola e i bambini sono di età diverse, potresti avere la sensazione di trovarti di fronte a una “missione impossibile".

Le difficoltà maggiori riguardano il conciliare i gusti di entrambi i figli e riuscire a progettare un ambiente che permetta a ognuno di avere a disposizione un proprio spazio indipendente.

Tuttavia, se stai affrontando una situazione di questo tipo, non lasciarti prendere dal panico: esistono tante idee di camerette maschio e femmina insieme e diversi accorgimenti da mettere in atto per creare una cameretta condivisa bella e funzionale per i tuoi figli.

Obiettivo di questo articolo è proprio quello di fornirti degli utili suggerimenti e spunti per l’arredamento di camerette unisex.

In particolare vedremo:


Che colore dipingere una cameretta unisex?

Uno stratagemma tanto semplice quanto intelligente per creare una cameretta unisex è giocare con il colore delle pareti.

Le opzioni per le camerette condivise maschio-femmina che dovresti prendere in considerazione sono, principalmente, tre:

  1. Scegliere una palette di colori neutri o tenui che possa funzionare per entrambi i sessi come, ad esempio, il bianco, il grigio, il beige o altre sfumature simili. 
    Questo ti darà la flessibilità di personalizzare la stanza con accessori, tappeti e biancheria da letto colorati, per rendere la stanza in grado di rispondere al diverso gusto dei tuoi bambini.
  2. Colorare le pareti in modo diverso per ciascuno. Nel caso di camerette condivise, utilizzare due colori differenti per ogni bambino, rappresenta un modo creativo per dividere visivamente la stanza in due ambienti separati.
    La scelta dei colori dipenderà, se i tuoi figli sono abbastanza grandi, dalle preferenze di ognuno di loro. Inoltre, non dovrai necessariamente limitarti a due colori ma anche a temi diversi.
    Tanto per fare un esempio, per tuo figlio, potresti optare per un colore legato alla sua squadra del cuore, mentre, per la femmina su tinte legate ai suoi personaggi preferiti.
  3. Decorare le pareti: anche la decorazione delle pareti è un’idea creativa, divertente e facile da realizzare per le camerette unisex.
    Ad esempio, utilizzando due differenti carte da parati per le due aree della stanza, a seconda dei gusti e della personalità dei tuoi figli, oppure applicando stickers o adesivi murali che delimitano dal punto di vista ottico i due ambienti.

Dunque, come puoi vedere, iniziare a delineare il mood per una cameretta unisex non è poi così difficile.

 

Cameretta unisex per un bambino e una bambina Moretti Compact

 

 

Come dividere una stanza in due camerette?

Quando si tratta di progettare una cameretta condivisa, di fatto, bisogna creare due spazi indipendenti in modo da soddisfare le necessità individuali di ogni bambino.

Sicuramente, il primo elemento da considerare sono le dimensioni della stanza che hai a disposizione per creare la cameretta unisex.

Una stanza particolarmente spaziosa consentirà, infatti, di prendere in considerazione soluzioni diverse rispetto a una camera dalla metratura ridotta.

Se, nel caso di un ambiente ampio, sarà possibile, ad esempio, posizionare due letti a terra e prevedere un armadio per ciascuno, nel caso di una stanza piccola occorrerà puntare su idee di camerette maschio e femmina insieme più innovative e che siano capaci di sfruttare al massimo lo spazio disponibile, ossia optare per soluzioni salvaspazio.

Nell’uno e nell’altro caso, il consiglio è, comunque, quello di separare gli spazi dedicati al riposo e alle attività più personali, in modo da trovare il giusto compromesso tra i bisogni individuali dei tuoi figli e la necessità di condividere lo stesso spazio. 

Qualunque sia la tua specifica situazione, meglio rivolgersi a un produttore specializzato che sia capace di guidarti nella progettazione della cameretta, sia per quanto riguarda la scelta della tipologia più adatta alle caratteristiche del tuo spazio, sia dei colori delle camerette unisex che più fanno al caso della tua famiglia.

Come Moretti Compact, azienda che, da oltre cinquant’anni, è specializzata nella produzione di camerette di qualità certificata, 100% Made in Italy e sempre attenta a rispondere alle esigenze in divenire delle famiglie.

 

Dividere in due una cameretta unisex: idee Moretti Compact

 

Camerette unisex: 3 idee per l'arredamento

Creatività e un pizzico di inventiva sono requisiti essenziali quando si tratta di arredare le camerette unisex.

Fermo restando quanto abbiamo detto sui colori delle pareti e sull’uso delle decorazioni, vediamo ora 3 idee di camerette che permetteranno ai tuoi figli di godere di un proprio spazio personale a prescindere dalle dimensioni della stanza.

 

 

1. Camerette unisex con armadio a ponte e libreria bifacciale

Se la stanza che devi arredare è sufficientemente spaziosa, un modo pratico per dividerla tra due figli, è quello di optare per una soluzione con due letti a terra e libreria bifacciale collocati sotto un armadio a ponte.

La libreria bifacciale consentirà, infatti, di dividere perfettamente gli spazi offrendo ai tuoi figli la giusta privacy, mentre l’armadio a ponte consentirà di non occupare ulteriore spazio a terra.

Via libera alla personalizzazione della zona notte tramite, ad esempio, la scelta di biancheria da letto di colori differenti per ogni bambino, o tramite la decorazione delle pareti dietro al letto.

 

Cameretta per bambini unisex KC415

 

2. Cameretta unisex con pannello divisorio

Sempre qualora le dimensioni della stanza consentano di disporre due letti a terra, un’idea di cameretta maschio e femmina insieme, potrebbe essere quella di disporre i due letti a “L” e di separarli con un pannello divisorio al quale è ancorata una spaziosa scrivania.

Con una soluzione come questa, i tuoi figli avranno due zone dedicate al riposo perfettamente separate, mentre condivideranno la zona studio.

 

Cameretta unisex con pannello divisorio Moretti Compact

 

3. Letti a soppalco: l’idea salvaspazio di camerette maschio e femmina insieme

I letti a soppalco, analogamente a quelli a castello, permettono di sfruttare lo spazio in altezza e rappresentano per questo la scelta ideale nel caso di una cameretta unisex di piccole dimensioni.

Libertà e indipendenza sono garantite dal fatto che le moderne strutture a soppalco consentono ampia possibilità di personalizzazione delle composizioni.

Possono, ad esempio, prevedere letti della stessa dimensione e disposti in modo parallelo uno sull’altro, oppure due letti di uguale o diversa dimensione disposti ad angolo retto

Questa seconda opzione è particolarmente indicata quando si stratta di camerette condivise tra maschio e femmina e, magari, anche di età diverse, in quanto ognuno disporrà della sua zona notte separata dal fratello, mentre, in mancanza di ulteriore spazio, resteranno condivise la zona studio e relax.

 

Cameretta a soppalco unisex Moretti Compact

 

Come progettare una cameretta unisex?

Abbiamo visto come creare una cameretta unisex condivisa dai tuoi figli possa sembrare un ostacolo insormontabile ma che, tuttavia, con i giusti accorgimenti, sia possibile trovare soluzioni efficaci per garantire a ognuno lo spazio di cui ha bisogno.

Per una divisione che, a livello visivo, faccia percepire due ambienti separati nella stessa stanza, la scelta dei colori delle pareti per le camerette unisex si rivela particolarmente strategica, oltre che estremamente semplice da realizzare. La regola è: toni neutri o due colori diversi per ciascun bambino. 

Via libera anche a stickers e adesivi murali per personalizzare le due zone in base alla personalità dei tuoi figli.

Per quanto riguarda l’arredamento, è possibile utilizzare gli elementi d’arredo per dividere la stanza (come librerie bifacciali o pannelli divisori) in modo da creare realmente due spazi distinti dove i tuoi figli si sentano liberi e indipendenti.

Infine, qualora lo spazio che hai a disposizione sia ridotto, i letti a soppalco sono un’idea salvaspazio di camerette condivise davvero intelligente.

Il consiglio è quello di optare per l’arredamento componibile, che offre il vantaggio di poter progettare soluzioni estremamente personalizzate per le caratteristiche del tuo specifico ambiente. 

Un’ultima raccomandazione, nella scelta tra le tante soluzioni di camerette unisex che è possibile trovare in commercio, è quella di accordare la tua preferenza ad aziende che utilizzino solo i migliori materiali e che prestino la massima attenzione alla sicurezza dei tuoi figli.

 

 

Torna al Blog

Articoli correlati

8 consigli per garantire la sicurezza della cameretta per bambini

Arredare una cameretta significa garantire a tuo figlio un posto sicuro oltre che piacevole: ecco 8...

Quali sono le principali tipologie di cameretta per bambini?

Progettare una cameretta versatile non è facile: per aiutarti nelle scelte, ecco le caratteristiche...

Quali sono le caratteristiche di una cameretta di qualità?

Ami i tuoi figli e per loro desideri solo il meglio? Ecco perché la loro cameretta deve essere di...