Progettare camerette per bambini: immaginare prima di fare

progettare camerette per bambini 0


Nell'arredare un’abitazione, molto spesso la cameretta è l’ultimo ambiente che ci si trova a dover organizzare. Si presta prima attenzione alla zona giorno e poi ai bagni, la zona notte è spesso in secondo piano e si pensa che non sia particolarmente difficile.

Progettare camerette per i bambini è invece fondamentale perché si va a costruire il loro ambiente in cui passeranno la maggior parte della loro giornata. Sarà il loro luogo speciale, il loro rifugio e per questo ci sono tanti fattori da considerare.

Se avete figli molto piccoli o in arrivo, il grosso del lavoro e delle decisioni li dovrete prendere voi stessi, ma non pensate di dover fare tutto da soli. Per progettare le camerette per i bambini potete affidarvi ai professionisti del settore, che conoscono bene i trend, le esigenze dei genitori e dei loro figli. Insieme potrete dar vita a camerette da sogno.

 

Visione d’insieme: immaginare prima di fare 

Non è necessario che la cameretta rispecchi lo stile generale della casa: è lo spazio dedicato al bambino e piuttosto deve rispecchiare i suoi gusti, la sua personalità compatibilmente con la sua età. È il suo ambiente, non solo quello in cui dorme, ma anche quello in cui esprime la sua creatività, in cui gioca, studia e in cui si rifugia.

Per prima cosa occorre avere una visione generale dell’ambiente e immaginare quale dovrebbe essere il risultato finale prima di fare ogni scelta di mobili, colori e disposizione.

I fattori da considerare in fase di progettazione, sono innanzitutto lo spazio, il budget a disposizione e a quanti bambini è destinata la stanza e per dar vita ad un progetto valido potete seguire questi utili consigli:

  1. Misurare attentamente l’ambiente
  2. Progettare camerette per bambini: quanti sono e che età hanno? 
  3. La sicurezza al primo posto
  4. Progettare camerette per bambini con mobili resistenti e di facile manutenzione
  5. Ambienti in evoluzione che assecondano i cambiamenti dei bambini

 

Guida completa su come arredare la cameretta dei tuoi figli

 

1. Misurare attentamente l’ambiente

Come per arredare qualunque altro ambiente dell’abitazione, per progettare camerette per bambini, occorre fare un’attenta misurazione dello spazio a disposizione. Questo consente di porre le basi per un progetto razionale e funzionale.

Lo spazio dovrebbe essere diviso tra la zona dedicata al letto e allo studio e l’altra dedicata ai mobili e alle strutture di contenimento. Un’organizzazione molto razionale prevede di destinare una parete al letto, una all’armadio, un’altra ad un comò (ma può essere anche un fasciatoio o una scrivania in base all’età di chi la occupa), e l’ultima per i pensili o le mensole. La parte centrale della stanza andrebbe lasciata libera, per essere destinata al gioco e alle attività del bambino.

Molto spesso le camerette non sono spaziose come le camere matrimoniali, ma non fatevi scoraggiare da un ambiente esiguo. I produttori di camerette moderne pensano sempre a come facilitare la vita dei genitori, dando vita a soluzioni salvaspazio che permettono di sfruttare anche lo spazio in verticale. Pensate ai letti a castello, alle camerette a ponte, che liberano superficie a terra arredando le pareti anche in altezza. I mobili multifunzionali, come i letti con contenitore, i soppalchi e le scalette con cassettoni, sono altre soluzioni che permettono di recuperare spazio e mantenere l’ordine e ne esistono tante altre che sicuramente  risponderanno alle vostre esigenze. 



progettare camerette per bambini 1



2. Progettare camerette per bambini: quanti sono e che età hanno? 

Prima di acquistare d’impulso una bellissima composizione, occorre chiedere consiglio per  progettare le camerette per bambini in funzione di quanti andranno ad abitare lo spazio e dell’età di ognuno.

Se avete un figlio al di sotto dei 12 anni servirà più che altro spazio per il gioco, quindi è consigliabile disporre i mobili in modo da lasciare buona parte della stanza libera per le attività ludiche. Aggiungete magari un tappeto e non dimenticate i contenitori, davvero comodi, in cui si possano raccogliere i giochi prima di andare a dormire. Gli armadi  che devono contenere i vestiti dei bambini piccoli hanno molto spesso spazio libero e si possono utilizzare anche per sistemare biancheria per la casa e il cambio stagione. 

Se invece avete ragazzi pre-adolescenti, lo spazio per il gioco non è più fondamentale, piuttosto servirà spazio per lo studio, magari per un pc, librerie e scaffali per i libri scolastici. Gli armadi dovrebbero essere abbastanza capienti per contenere gli abiti ed eventuali corredi sportivi. 

Quanto detto sopra è valido per i casi in cui si deve pensare a camerette con un solo occupante. Perché è sicuramente diverso progettare camerette per un bambino solo o per due. Potrebbero essere vicini d’età o molto lontani e dover condividere lo stesso spazio può non essere semplice. Trovare soluzioni condivise è  proprio uno dei problemi principali che si deve affrontare prima di progettare camerette per bambini, perché occorre assicurare spazio a sufficienza per le diverse attività di ognuno. 

Se i bambini sono vicini di età si può pensare di sfruttare al massimo lo spazio in verticale con un letto a castello, che lascia libero lo spazio a terra per il gioco o una eventuale scrivania per quando cresceranno. Spazi in comune stimolano la condivisione e sviluppano la personalità, ma per non creare tensioni, che in uno spazio condiviso potrebbero verificarsi, chi si trova a progettare camerette per bambini suggerisce di disporre in modo simmetrico il mobilio. In questo modo ognuno saprà dove sono i propri giochi e la propria parte di stanza e sarà responsabile di essa.

Quando bambini di età diverse si trovano a condividere la stanza, è davvero fondamentale dividerla attentamente in modo razionale, soprattutto perché se il più piccolo ha bisogno di spazio per giocare, il più grande ha necessità di spazio per studiare. Non sempre è possibile far convivere al meglio queste esigenze, ma sicuramente sono necessari mobili poco ingombranti, per non ostacolare le loro attività. Ci vuole senso pratico e razionalità per organizzare la stanza dei bambini, in modo che possa  adattarsi a loro e alle loro esigenze e, se sono abbastanza grandi, coinvolgeteli nel progetto: si sentiranno più partecipi e responsabili. 



progettare camerette per bambini 2


3. La sicurezza al primo posto

Quando l’obiettivo è  progettare camerette per bambini sia che siano più piccoli o più grandi, è imprescindibile prestare la massima attenzione alla sicurezza dell’ambiente, che cambia anche in funzione dell’età. I bambini piccoli toccano tutto e rischiano di rovinare o rompere le cose più fragili oppure di far ribaltare mobili non fissati bene alle pareti. Per questo è importante far  fissare in modo appropriato tutte le librerie e gli scaffali al muro e se non è previsto nel progetto applicate voi stessi delle semplici staffe per stabilizzare i mobili.

Indipendentemente dall'età è consigliabile non appendere niente di pesante sopra il letto, e se proprio non si può evitare, fate attenzione che gli elementi sospesi siano ben fissati a parete  e che comunque siano leggeri o morbidi. 

Nel caso di camerette con letti a castello, quello in alto deve necessariamente disporre di sponde per evitare la caduta, le scalette devono essere ben fissate, robuste e dalla presa sicura.

I bambini durante il gioco rischiano di urtare  contro i mobili o le pareti e molti degli infortuni, anche di piccola entità, che si verificano in casa sono dovuti agli urti contro gli spigoli. È dunque consigliabile ricoprire tutte le parti sporgenti dei mobili con appositi paraspigoli o prevedere di progettare le camerette con mobili dagli angoli arrotondati.

Oltre che sicura la cameretta deve essere salubre. I mobili devono essere costruiti con materiali di qualità e privi di sostanze tossiche, vista la quantità di tempo che i vostri figli ci trascorreranno. I mobili economici sono spesso carenti da questo punto di vista e occorre diffidare di prezzi troppo bassi perché l’amarezza di una scarsa qualità rimane per lungo tempo dopo che il piacere di un prezzo basso è stato dimenticato. 


progettare camerette per bambini 3


4. Progettare camerette per bambini con mobili resistenti e di facile manutenzione

I bambini, soprattutto i più piccoli, giocano, sporcano e possono rovinare i mobili troppo delicati o rompere quelli troppo fragili, che possono rivelarsi anche pericolosi.

I mobili devono essere anche di facile manutenzione, può succedere che si sporchino o si graffino, ma dovrebbero essere anche di semplice pulizia. Quando vi trovate a progettare le camerette per bambini fate attenzione alla qualità e alla robustezza dell’arredamento e scegliete materiali che garantiscano migliori prestazioni. I mobili devono resistere al tempo e alla vivacità dei vostri figli! 

5. Ambienti in evoluzione che assecondano i cambiamenti dei bambini

Progettare camerette per bambini secondo molti non dovrebbe essere vista come una cosa definitiva. Qualunque sia la loro età è un progetto in divenire e la cameretta dovrebbe riflettere la loro evoluzione e la loro personalità attuale, ma con possibilità di cambiamenti e aggiustamenti. Le camerette sono ambienti che devono crescere con chi le  abita. 

Per questo il consiglio è di non essere vincolati alla loro età attuale o a gusti troppo infantili. Magari concentratevi su un tema di arredamento per le pareti, per le decorazioni o i complementi d’arredo che possono essere più facilmente cambiati. 

I bambini inoltre cambiano idea frequentemente, se avete deciso di coinvolgerli nel progetto non assecondate ogni loro idea che potrebbe essere dettata più dal momento che da un gusto reale. Per le pareti ad esempio non scegliete una tinta per tutta la stanza solo perché è il colore preferito di vostro figlio, può risultare troppo sgargiante e stancare presto, soprattutto i bambini più volubili! Usate dei colori neutri, tenui e facilmente abbinabili ai mobili, che possono accordarsi con la sua crescita e ai cambiamenti delle mode . Potete  assecondare la sua creatività e la voglia di partecipare magari con la scelta di colorare del suo colore preferito una sola parete.

La carta da parati è una valida soluzione e sta tornando di gran moda. Può essere  inserita in una parte della cameretta, si applica e si toglie facilmente ed ha una infinità di tonalità e disegni. Quando il vostro  bambino o voi stessi vorrete cambiare non sarà difficile come ridipingere tutta la stanza. 

Si può  anche valutare una soluzione davvero divertente come dipingere la parete con la vernice lavagna, molto utilizzata soprattutto in cucina e nelle camerette. Il vostro  bambino potrà scrivere e disegnare direttamente sul muro senza problemi con i gessetti e cancellare con un panno. Sarà il suo angolo creatività!

Progettare camerette per bambini

Le camerette sono spazi che dovrebbero crescere e cambiare con i bambini, seguendo i loro progressi e considerando le attività che vi si svolgono: dal gioco allo studio senza dimenticare che vi si deve dormire tranquillamente. 

Progettare camerette per bambini è anche lasciare libero spazio alla creatività, vostra e dei vostri figli. Tenete conto delle esigenze dei bambini e della loro crescita, non vincolate l’arredamento e i colori alla loro età attuale o a scelte troppo infantili. Ma immaginate in prospettiva, scegliete colori neutri e mobili multifunzionali adattabili a più età, resistenti e di qualità, per rendere sicura e salutare la cameretta dei vostri figli.

Guida completa su come arredare la cameretta dei tuoi figli

Pubblicato da Rosalba Fiore il 25/07/19 10:32 AM
Rosalba Fiore

Categorie: Cameretta per bambini

Articoli più recenti

Iscriviti al blog