Organizzazione armadio: 7 consigli per i professionisti del settore

L’armadio è un elemento fondamentale di ogni casa, presente soprattutto nei progetti di arredamento delle camere da letto, ma non solo.

È importante che il cliente scelga l’armadio in base alle sue esigenze e ai suoi gusti per quanto riguarda il suo aspetto esteriore.

Quello che fa davvero la differenza è, però, la disposizione interna dell’armadio, che dovrà essere il più funzionale possibile per semplificare tutte le operazioni quotidiane del cliente.

In questo articolo vogliamo quindi dare 7 consigli ai professionisti del settore per organizzare un armadio.

In particolare, vedremo:

 

Progettazione interna di un armadio

 

Perché considerare le esigenze del cliente per valutare la migliore disposizione interna dell’armadio

Quando un cliente si rivolge ad un professionista per un progetto d’arredamento d’interni, per ottenere la soluzione ottimale per la sua situazione è necessario ascoltare e comprendere le sue esigenze, ponendo le giuste domande.

Questa regola è particolarmente valida nel caso dell’armadio, che costituisce una parte essenziale dell’arredamento della camera.

È bene scegliere insieme al cliente la forma e le finiture, per poi valutare come scegliere gli interni dell’armadio.

Fondamentale è capire chi utilizzerà il mobile e quali sono le sue abitudini, in base al tipo di armadio scelto: la disposizione interna cambierà a seconda che ci si trovi davanti ad una cabina armadio per la camera da letto, ad un armadio a ponte per la cameretta dei bambini o un altro tipo di armadio.

Inoltre, l’organizzazione interna dell’armadio va di pari passo con lo spazio a disposizione.

 

Cassetoni per armadio

 

Come organizzare l’armadio: 7 consigli per gli addetti ai lavori

Dopo aver chiarito l’importanza del considerare le esigenze del cliente, incluso le sue abitudini e il suo stile di vita, vediamo 7 consigli per organizzare al meglio il guardaroba, validi sia nel caso in cui si abbia a che fare con un armadio sia che si tratti di una cabina armadio.

 

1. Inserire ripiani e tubi appendiabiti

I ripiani e i tubi appendiabiti sono la parte fondamentale della struttura interna di qualsiasi tipo di guardaroba, sia esso un armadio o una cabina armadio.

L’organizzazione dei moduli con ripiani e appendiabiti sarà da valutare in base allo spazio e ai capi che andranno nell’armadio e agli accessori che si vogliono aggiungere.

Si può suddividere l’armadio in una parte superiore ed una inferiore, con la possibilità di utilizzare quella più in alto per il cambio di stagione.

Per chi ha un armadio di una profondità normale (intorno ai 60 cm) si potranno installare tubi appendiabiti paralleli allo schienale, in caso contrario saranno perpendicolari.

 

Interno Armadio

 

2. Considerare elementi alveare nella struttura interna dell’armadio

Gli elementi alveare permettono, con la loro struttura a scomparti, di tenere in ordine indumenti come magliette, camicie e maglioni.

Questi moduli sono molto utili per avere visivamente i capi a portata di mano e velocizzare le operazioni mattutine.

L’alveare può essere posto sopra ad una cassettiera interna, con un numero di vani da decidere in base alle esigenze del cliente.

 

3. Inserire una cassettiera interna nell’armadio

Se il tipo di armadio lo permette, inserire una cassettiera interna è un modo per mantenere ordinata la biancheria e gli accessori.

A seconda della grandezza dell’armadio e delle esigenze del cliente, è possibile inserire anche più di una cassettiera, con un numero di cassetti variabile.
La cassettiera interna può fare comodo anche a chi non ha spazio sufficiente per il comò in camera da letto.

 

Cassettiera all'interno di un armadio

 

4. Valutare l’inserimento di luci all’interno dell’armadio

Un altro aspetto da tenere in considerazione è l’illuminazione dell’armadio.

Installare delle luci LED all’interno dell’armadio permette di trovare tutto il necessario senza perdere tempo.

Queste luci hanno solitamente un costo irrisorio e una durata davvero lunga, spesso dotate di un sensore di movimento che le fa accendere nel momento in cui si aprono le ante.

Le opzioni si moltiplicano se si pensa a come illuminare la cabina armadio, visto che in quel caso si possono utilizzare anche dei faretti, una piantana o un lampadario.

 

Guida_Progettare l'arredamento di una stanza: 5 domande da fare ai clienti prima di iniziare

 

5. Inserire scarpiere estraibili per contenere le scarpe nell’armadio

Al posto di utilizzare una scarpiera esterna, in presenza dello spazio necessario si possono conservare anche le scarpe nell’armadio, adeguatamente divise dai vestiti.

Inserendo dei comodi cassetti portascarpe estraibili, le si potranno tenere in ordine all’interno del guardaroba.

In alternativa, se si conservano le scatole, le scarpe si possono mettere su dei ripiani in un’anta a parte.

 

6. Considerare l’inserimento di uno specchio interno nell’anta dell’armadio

Le specchiere sono elementi non solo funzionali, ma anche decorativi da inserire in varie parti della casa.

Ma se non c’è lo spazio sufficiente per mettere uno specchio a parete, il cliente potrebbe avere bisogno di sfruttare un’anta dell’armadio per inserire lo specchio.

Mettere uno specchio dentro l’armadio consente di ottimizzare gli spazi ed è perciò un’opzione da valutare. In alternativa, puoi optare per una o più ante esterne a specchio.

 

7. Considerare altri accessori e cassetti estraibili

L’armadio, se ben strutturato, può contenere davvero tanti elementi.

Se l’armadio è abbastanza grande e il cliente manifesta l’intenzione di avere una maggiore organizzazione del guardaroba, l’interno dell’armadio può essere ancora più organizzato aggiungendo altri accessori e cassetti estraibili.

Un esempio è quello del portapantaloni o portagonne estraibile, adatto in particolar modo ad una cabina armadio o ad un armadio profondo, per poter tenere jeans e pantaloni in perfetto ordine.

Un’altra idea è quella di inserire cassetti organizer estraibili poco profondi per conservare cravatte, cinture ed altri piccoli oggetti.

Anche i saliscendi sono accessori utili in caso di armadi con tubi appendiabiti posizionati  molto in alto.

Una volta che l’armadio è terminato dal punto di vista strutturale, il cliente potrà sempre decidere di acquistare scatole e contenitori per riporre altri oggetti.

 

come-scegliere-interni-armadio-jpg

 

Scegliere un armadio componibile per un’organizzazione interna ottimale

In questo articolo abbiamo visto come organizzare al meglio l’interno dell’armadio, con la premessa che la soluzione più adatta al cliente passa prima di tutto dall’ascolto delle sue esigenze.

L’ultimo consiglio è quello di valutare le soluzioni componibili, che permetteranno di sfruttare egregiamente tutto lo spazio interno all’armadio.

Affidandosi ad aziende che producono mobili componibili con materiali di qualità, si può essere sicuri di trovare la soluzione adatta a qualsiasi esigenza, in particolar modo se si ha a che fare con spazi ridotti.

Scegliere un armadio componibile dà la possibilità di attrezzarlo nella maniera più adatta alle necessità del cliente, con soluzioni moderne e funzionali.

 

Guida_Progettare l'arredamento di una stanza: 5 domande da fare ai clienti prima di iniziare

Torna al Blog

Articoli correlati

Armadi: come scegliere quello perfetto per le tue esigenze

  Quando pensiamo alla camera da letto, uno degli elementi che compare di fronte ai nostri occhi è...

Mobili salvaspazio per la tua cameretta: 10 soluzioni creative per ottimizzare gli spazi

La cameretta è il luogo in cui i tuoi figli passano più tempo, svolgendo le loro attività...

Armadio angolare per la cameretta dei tuoi figli: i modelli Moretti Compact per ogni esigenza

Una delle necessità prioritarie nell’organizzazione della cameretta dei bambini è l’ottimizzazione...